martedì 7 gennaio 2014

E' LA MIA NATURA





Il mare d’inverno scarno e nudo, la vastità d’ erba  spoglia, un cubo di cemento grezzo e le parole gridate al mondo a chi non vuol sentire ’It’s in my nature‘, è nella mia natura ,l’ immagine densa di un  artista nordico penetrano nei miei occhi e si fissano nella mia testa confusa , nei pensieri di persona , di donna persa tra domeniche bastarde, thè e biscotti con una madre che è madre di diritto, non di cuore , tacere e sorridere, sempre , oppure a casa , la  nostra casa di silenzi e scontri, di amori tiepidi per  amanti distratti . ’E’ nella mia natura’ , penso, ribellarmi ad una verità palese, il re è nudo , senza ipocrisie e pudori, fuggire da una situazione che mi  strangola e andare via, in un’altra vita, rifarmi nuova, una nascita di sensi e di memorie, nuotare senza fermarsi nell’acqua profonda finchè io veda scogli , sabbia, un’esistenza possibile e frutti fecondi.‘E’ nella mia natura’, rifletto, ma ora il volto della ‘mia’ natura  da irrazionale che era diventa calmo e sicuro, si può voltare le spalle al mare oscuro e salvare quello che c’è , che resiste nel magma caotico dell’ esistere, riconoscersi diversi e uguali, sfuggire alla noia e vivere , alla fine, di sangue e di tempo, ‘nella mia natura’.